6 strategie per aumentare la visibilità su Facebook

6 strategie per aumentare la visibilità su Facebook

COME AUMENTARE LA PROPRIA VISIBILITÀ SU FACEBOOK?

Negli ultimi anni ottenere visibilità su facebook e aumentare la portata dei propri post è diventato sempre più difficile.

Quando pubblichi un contenuto sulla tua pagina Facebook o sul tuo profilo personale, questo sarà visibile solo ad una piccola parte della tua sfera sociale, che la vedrà nel proprio flusso di notizie. Questa piccola parte corrisponde circa al 5% dei tuoi contatti, selezionato da un algoritmo di Facebook che si chiama Edge Rank, introdotto nel 2010 al fine di determinare la visibilità di un post all’interno del newsfeed.

L’introduzione di questo algoritmo, che prende in considerazione elementi quali l’affinità tra i membri della sfera sociale, il tempo della pubblicazione e il peso delle interazioni, sembra essere finalizzata alla monetizzazione dell’enorme potenziale della vetrina di facebook. Lo scopo è quello di aumentare gli investimenti nelle facebook ADS di aziende e privati che vogliono accrescere la propria visibilità e l’engagement. Ma pagare non è certo l’unico modo per aumentare la portata dei propri post.

Quali sono allora i trucchi per sfruttare al meglio Edge Rank ed aumentare la propria visibilità organica su facebook? Ti proponiamo qui di seguito 6 strategie per migliorare la reach e l’engagement sul social media più conosciuto e utilizzato al mondo.

 

1. STIMOLARE LA CONDIVISIONE:

Abbiamo detto che uno dei fattori più importanti per l’algoritmo è il peso delle interazioni. Delle tre forme di interazione possibili su facebook (like, commento, condivisione) la più importante in termini di reach, ovvero di visualizzazioni del post, sembra essere la condivisione. Le condivisioni generano nuove visualizzazioni, vale a dire nuove possibilità per like, commenti e condivisioni. Cosa condividiamo e perché lo facciamo dipende da tanti fattori: il tipo di social network usato, il carattere personale, le cose che ci piacciono e il tipo di emozione che proviamo in un determinato momento.

Le emozioni giocano un ruolo fortissimo nella condivisione di contenuti social, “quando condividiamo un video o un’immagine, infatti, non stiamo soltanto condividendo l’oggetto, ma stiamo condividendo soprattutto la risposta emotiva che crea”. Così Abigail Posner di Google sottolineare l’importanza dell’impatto emotivo nello sharing. La felicità, oltre a donarci benessere, è una forte spinta all’azione; la tristezza crea empatia e forte socializzazione; la rabbia genera discussione; la paura stimola attaccamento e bisogno di sicurezza. Generare una reazione emotiva nel pubblico è dunque alla base del successo su facebook.

 

2. PUNTARE PIÙ SULLA QUALITÀ CHE SULLA QUANTITÀ

Si potrebbe erroneamente pensare che pubblicare più post voglia dire automaticamente più visibilità. Non c’è niente di più sbagliato: una pubblicazione massiccia rischia di provocare noia e saturazione, scatenando effetti negativi. Le pubblicazioni noiose sono la prima causa di abbandono di una pagina da parte dei fan. L’obiettivo dev’essere invece quello di pubblicare ogni volta il messaggio giusto, nel posto giusto, nel momento giusto.

3. EVITARE LA SFACCIATAGGINE COMMERCIALE

Chi utilizza Facebook non ama ricevere in continuazione offerte commerciali. Se pubblichi contenuti esclusivamente promozionali non solo rischi di avere un basso numero di interazioni ma, proprio per la struttura di EdgeRank, rischi di perdere visibilità in quanto le persone non interagiscono. È necessario quindi non esagerare con il numero di post promozionali, sforzandosi di creare offerte interessanti, utilizzando la creatività e raccontanto storie che catturino l’attenzione.

 

4. CARICARE VIDEO DIRETTAMENTE SU FACEBOOK

Il video marketing è ormai un trend in continua crescita. I video stanno rimpiazzando gli altri tipi di contenuti su facebook perché hanno due pregi innegabili: il primo è che la gente ha sempre più bisogno di contenuti che gli rendano facile la fruizione, dall’altro l’“autoplay”, con il video che parte in automatico, attira maggiormente l’attenzione rispetto ad una immagine statica. La preview avviene solo con video caricati direttamente su Facebook e non con i link esterni verso YouTube, Vimeo o altri motori di condivisione video.

 

5. ADEGUARE LE PUBBLICAZIONI AL PROPRIO TARGET

Per utilizzare bene Facebook e ottenere nuove visualizzazioni il segreto è conoscere bene le caratteristiche e gli interessi del nostro pubblico, e modellare su queste informazioni i nostri post.

Ogni persona ha le sue abitudini, i suoi interessi e le sue passioni e un 18enne sarà interessato a contenuti ben diversi di un 40enne. In particolare è importante comprendere: chi fa parte del nostro pubblico, quali post preferisce e quando è online. Sempre senza inficiare la qualità delle pubblicazioni e tenendo ben presenti le caratteristiche della propria audience, può rivelarsi effiacie mantenere un ritmo costante di pubblicazioni e al contempo cercare di variare i temi, proponendo argomenti che suscitino interesse e che provengano da buone fonti.

 

6. COINVOLGERE IL PUBBLICO

Oltre ad adeguare i propri contenuti al tipo di audience cui ci rivolgiamo è importante anche riuscire a coinvolgere il nostro pubblico catturando la sua attenzione e suscitanto interazioni. Il modo migliore per coinvolgere sui social è quello di fare domande. Non vergognarti quindi di chiedere: chiedi consiglio, chiedi un’opinione, un parere. Fai domande al tuo pubblico e rendilo partecipe. I commenti ai post hanno un grande valore nel calcolo dell’EdgeRank, ed andranno quindi ad aumentare la tua visibilità.

Un altro modo per coinvolgere è quello di chiamare in causa altri utenti della rete o altre pagine taggandoli.È bene però non esagerare con questa pratica perché può essere considerata fastidiosa da alcuni utenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.